Regolamento sportivo

In questa sezione riportiamo il regolamento di gioco applicato nei nostri campionati. Di seguito troverete il link per la Sintesi del regolamento.

- Scarica la sintesi del regolamento Calcio a 5

Sotto viene riportata la "sintesi della sintesi" del regolamento di gioco. Vi invitiamo a leggere attentamente quanto segue. 

 

Estratto del Regolamento di Gioco - Edizione 2015/’16

Per tutte le regole e norme non menzionate in questo documento, farà fede il Regolamento ufficiale di Calcio a Cinque della F.i.g.c. fatta eccezione per il tackle o contrasto scivolato – Regola 12 - che, nel campionato CSI-TERNI LEAGUE, è un fallo sanzionabile con un calcio di punizione diretto.  

 

 Per sostituzione s’intende quella effettuata quando il pallone è in giuoco o non in giuoco e per la quale devono essere osservate le seguenti condizioni:

- il calciatore sostituito deve uscire dal rettangolo di giuoco oltrepassando la linea laterale nella propria zona delle sostituzioni;

- il sostituto deve entrare dalla propria zona delle sostituzioni, non prima che il calciatore sostituito abbia completamente oltrepassato la linea laterale;

- i calciatori di riserva, chiamati o meno a partecipare al giuoco, sono sottoposti all’autorità ed alla giurisdizione degli arbitri;

- la sostituzione si concretizza quando il sostituto entra nel rettangolo di giuoco. Da quel  momento egli diventa un calciatore titolare ed il compagno sostituito cessa di esserlo;

il portiere può scambiare il proprio ruolo con quello di qualsiasi altro calciatore. 

3) Infrazioni e Sanzioni 

a) Se, durante l’effettuazione di una sostituzione, un sostituto entra nel rettangolo di giuoco prima che il calciatore sostituito ne sia completamente uscito:

 il giuoco sarà interrotto;

 il calciatore sostituito dovrà lasciare il rettangolo di giuoco;

 il sostituto verrà ammonito con il cartellino giallo e gli sarà ordinato di lasciare il terreno di giuoco al fine di completare la procedura di sostituzione;

 il giuoco sarà ripreso con un calcio di punizione indiretto che sarà calciato dalla squadra avversaria dal punto in cui era il pallone quando il giuoco è stato interrotto. Tuttavia, se questo si trovava all’interno dell’area di rigore, il calcio di punizione indiretto a favore della squadra attaccante, sarà calciato da un punto della linea dell’area di rigore più vicino a quello in cui si trovava il pallone quando il giuoco è stato interrotto.

b) Se, durante l’effettuazione di una sostituzione, un sostituto entra nel rettangolo di giuoco oppure un suo compagno sostituito ne esce da un punto che non sia quello della zona delle sostituzioni:

il giuoco sarà interrotto;

 il calciatore inadempiente sarà ammonito con il cartellino giallo e gli sarà ordinato di lasciare il terreno di giuoco al fine di completare la procedura di sostituzione;

 il giuoco sarà ripreso con un calcio di punizione indiretto che sarà calciato dalla squadra avversaria dal punto in cui era il pallone quando il giuoco è stato interrotto. Tuttavia, se questo si trovava all’interno dell’area di rigore, il calcio di punizione indiretto a favore della squadra attaccante, sarà calciato da un punto della linea dell’area di rigore più vicino a quello in cui si trovava il pallone quando il giuoco è stato interrotto. 

• un calciatore deve essere ammonito se usa deliberatamente un espediente, mentre il pallone è in gioco, per passarlo al proprio portiere con la testa, il torace, il ginocchio ecc. con lo scopo di aggirare il contenuto e lo spirito della Regola 12, indipendentemente dal fatto che il portiere tocchi o meno il pallone con le mani. Il gioco verrà ripreso con un calcio di punizione indiretto; •

REGOLA 4  EQUIPAGGIAMENTO DEI CALCIATORI

Tutti i giocatori sono obbligati ad indossare scarpe specifiche da calcio a 5. L'utilizzo di scarpe diverse obbligherà l'arbitro a non far partecipare il giocatore inadempiente alla gara invitandolo al rispetto della regola.

L'uso dei parastinchi NON è obbligatorio. Un calciatore non può indossare alcun oggetto che sia pericoloso per se stesso o per un altro calciatore, compresi i gioielli di qualsiasi tipo. Un calciatore NON può partecipare al gioco con gli occhiali mentre si possono utilizzare cappelli o scaldacollo ma solo se sprovvisti di qualsiasi elemento che possa costituire un pericolo per il calciatore che lo indossa o per qualsiasi altro calciatore essendo privi di parti che si protendono fuori  dalla superficie.

 

La durata della gara è stabilita in due periodi uguali di 25 minuti ciascuno.

Time – out :Le due squadre hanno la possibilità di richiedere un minuto di time-out per ogni tempo di gara, rispettando le seguenti norme: 

a) gli allenatori o i capitani delle squadre sono autorizzati a richiedere all’arbitro un time-out di un minuto;

b) un time-out di un minuto può essere richiesto in qualsiasi momento, ma deve essere concesso soltanto se la squadra è in possesso del pallone;

c) quando viene accordato un time-out i calciatori di riserva devono rimanere all’esterno del rettangolo di gioco. La persona che darà loro istruzioni non potrà entrare sul terreno di gioco;

d) se una squadra non ha richiesto il time-out al quale aveva diritto nel primo tempo di gara, non lo potrà recuperare nel secondo. 

 

TEMPO DI ATTESA: È previsto un tempo di attesa di 15 minuti dall'orario fissato per l'inizio della gara

REGOLA   8 --  L'INIZIO E RIPRESA DEL GIOCO

II pallone è considerato in gioco non appena viene calciato e si muove in avanti. Preliminari La scelta della metà del rettangolo di gioco viene sorteggiata con una moneta. La squadra che vince il sorteggio sceglie la porta contro cui attaccherà nel primo periodo di gioco. L’altra squadra ha diritto a battere il calcio d’inizio della gara. 

CALCIO D'INIZIO:  Una rete NON può essere segnata direttamente su calcio d'inizio.       

 

REGOLA 10  LA SEGNATURA DI UNA RETE

II portiere dopo una parata efficace può segnare una rete con i piedi ma mai con le mani. Questo vuol dire che il portiere dopo una parata efficace (non da rimessa dal fondo), può segnare una rete calciando il pallone al volo o facendolo prima rimbalzare sul terreno di gioco (di controbalzo o drop). 

REGOLA 11

 Un calcio di punizione diretto è accordato alla squadra avversaria se un calciatore commette una delle sette infrazioni seguenti in un modo considerato dagli arbitri negligente, imprudente o con vigoria sproporzionata:

 • dà o tenta di dare un calcio ad un avversario;

• sgambetta un avversario, anche entrando in scivolata o chinandosi davanti o dietro l’avversario;

• salta su un avversario;

• carica un avversario;

• colpisce o tenta di colpire un avversario;

• effettuare un takle su un avversario;

• spinge un avversario; 

• tenta di calciare il pallone con il giocatore avversario che ha il possesso ed il controllo dello stesso o che sia in procinto di giocarlo, intervenendo con un balzo e/o scivolando sul terreno di gioco anche se il giocatore prende il pallone .

Questa norma non si applica al portiere che si trova nella propria area di rigore, purché egli non giochi in maniera imprudente, spericolata o con sproporzionata vigoria.

Alla squadra avversaria viene accordato un calcio di punizione diretto anche quando un calciatore commette uno dei seguenti falli: 

• trattiene un avversario;

• sputa contro un avversario;

• tocca deliberatamente il pallone con le mani. Questa norma non si applica al portiere che si trova nella propria area di rigore. 

Il calcio di punizione diretto va battuto dal punto in cui è stato commesso il fallo. 

 

I falli sopra elencati sono considerati FALLI CUMULATIVI 

GUIDA PRATICA: un calciatore che interviene in scivolata per impedire esclusivamente:

a) che il pallone esca dal terreno di giuoco;

b) la segnatura di una rete;

c) un’azione avversaria intercettando un passaggio;

d) un tiro verso la propria porta,

commette un fallo cumulativo? NO. 

 

Calcio di punizione indiretto (o di seconda) quando un calciatore commette uno dei seguenti falli:

 

 1.gioca in modo considerato dall’arbitro pericoloso;

 2.fa intenzionalmente ostruzione, cioè non giuocando il pallone si interpone tra lo stesso ed un avversario, costituendo per questo un ostacolo;

3. ostacola il portiere nell’atto di liberarsi del pallone che ha tra le mani;

4. commette qualsiasi altra infrazione, non precedentemente menzionata nella Regola 12, per la quale il giuoco viene interrotto per ammonire o espellere un calciatore. 

 

FALLO DEL PORTIERE:

Quando il PORTIERE commette una delle seguenti infrazioni, alla squadra avversaria viene assegnato un calcio di punizione indiretto (di seconda): 

a) dopo aver giocato il pallone lo tocca di nuovo nella PROPRIA META’ DEL RETTANGOLO DI GIOCO, dopo che gli sia stato passato volontariamente da un compagno di squadra senza che lo stesso sia stato toccato o giocato da un avversario. 

IMPORTANTE: il portiere spossessandosi del pallone (sia dopo una rimessa dal fondo che dopo una parata efficace) lo potrà ricevere di ritorno non prima che lo stesso sia stato toccato da un avversario 

Si specifica che la respinta volontaria o involontaria del pallone da parte del portiere (parata non efficacie) non costituisce né possesso né controllo. Pertanto, qualora in seguito ad una respinta del pallone lo riceva nuovamente da un compagno egli lo potrà giocare liberamente in quanto questo rappresenta il suo primo tocco

b) CONTROLLA il pallone con le mani o con i piedi nella propria metà del rettangolo di gioco per più di 4 secondi;

c) TOCCA il pallone con le mani all’interno della propria area di rigore dopo che gli è stato volontariamente passato con i piedi da un compagno di squadra;

d) TOCCA il pallone con le mani all’interno della propria area di rigore dopo averlo ricevuto direttamente da una rimessa dalla linea laterale eseguita da un compagno di squadra.  

 

Se un giocatore priva la squadra avversaria di una evidente opportunità di segnare una rete, toccando deliberatamente il pallone con le mani deve essere espulso così come il portiere se fuori dalla sua area.

Se un giocatore Usa un linguaggio blasfemo, offensivo, ingiurioso o minaccioso deve essere espulso

 

se un giocatore priva di una evidente opportunità di segnare una rete un avversario che si dirige verso la porta opposta, mediante un fallo punibile con un calcio di punizione diretto o un calcio di rigore. 

COMMENTO: se un giocatore  in  possesso  e  controllo  del  pallone,  che  si dirige  verso  la  porta  avversaria  con  una evidente  opportunità di realizzare  una  rete  e   subisce  un  fallo  dall’ultimo calciatore difendente, incluso il portiere, nella zona  che  va  dal  tiro  libero sino alla linea di porta con proiezione conica verso i pali della stessa (quindi l’ambito  applicativo  interessa  gli  ultimi 10 metri) viene abbinato contro il difensore sia  il provvedimento tecnico (tiro di punizione diretto o di rigore) sia quello disciplinare (espulsione del giocatore che l’ha commesso). 

I giocatori espulsi non possono più prendere parte alla gara, ma possono essere sostituiti dopo 2 minuti (il conteggio inizia con la ripresa del gioco e, se necessita, prosegue anche nel tempo di gara successivo, anche supplementare, per la parte residua non scontata), ovvero dopo la segnatura di una rete, anche a gioco in svolgimento con il consenso dell’arbitro.

 

IMPORTANTE Nel caso di segnatura di una rete: se una squadra in superiorità numerica segna una rete I'altra potrà subito reintegrare I'espulso; se tutte due le squadre sono in inferiorità e viene segnata una rete, ambedue rimangono con lo stesso numero di calciatori; 5 contro 3 o 4 contro 3 e la squadra in superiorità segna, la squadra in 3 reintegra 1; 3 contro 3, ambedue rimangono con lo stesso numero di calciatori; se segna la squadra in inferiorità numerica, il gioco proseguirà senza modificare il numero di calciatori.  

 

si specifica che solo il giocatore che ha il controllo/possesso del pallone può chiedere all'arbitro il rispetto della distanza e quindi interrompere il conteggio dei 4 secondi. A questo punto, una volta sistemata la barriera, si deve attendere obbligatoriamente il fischio dell'arbitro.

FALLI CUMULATIVI :

• Sono quelli sanzionati con un calcio di punizione diretto o di rigore ed elencati nella Regola 12;

• gli arbitri possono consentire al gioco di proseguire, applicando il VANTAGGIO;

• se applicano il vantaggio, gli arbitri dovranno, non appena il pallone non è più in gioco, comunicare alle due squadre, che è stato commesso un fallo cumulativo. 

 

- se un calciatore commette il sesto fallo cumulativo nella metà del rettangolo di gioco avversaria o nella propria metà del rettangolo compresa tra la linea mediana e una linea parallela immaginaria passante per il punto del tiro libero, il tiro libero dovrà essere eseguito dal punto del tiro libero entro 4 secondi dal fischio dell'arbitro( che lo conterà mentalmente senza segnalarlo con le mani) .

- se un calciatore commette il sesto fallo della sua squadra nella propria metà del rettangolo di gioco, tra la linea immaginaria dei m. 10 e la linea di porta, ma all’esterno dell’area di rigore, la squadra alla quale è stato accordato il tiro libero potrà scegliere se eseguirlo dal punto del tiro libero o dal punto in cui è stata commessa l’infrazione;

 Se la squadra che deve battere il calcio di punizione impiega più di 4 secondi per eseguirlo, sarà accordato un calcio di punizione indiretto alla squadra avversaria. 

La rimessa dalla linea laterale è un modo di riprendere il gioco. La rimessa dalla linea laterale deve essere accordata agli avversari del calciatore che per ultimo ha toccato il pallone quando questo oltrepassa interamente la linea laterale, sia a terra, sia in aria o tocca la copertura. 

Una rete NON può essere segnata direttamente su rimessa laterale. 

POSIZIONE DEI CALCIATORI Gli avversari devono essere: 

- sul rettangolo di gioco

- ad una distanza di almeno m. 5 dal punto sulla linea laterale in cui viene eseguita la rimessa 

PROCEDURA C’è un solo tipo di procedura:

• rimessa dalla linea laterale eseguita con i piedi 

Al momento di calciare il pallone, il calciatore incaricato della rimessa dalla linea laterale:

• deve avere un piede sulla linea laterale o all’esterno del rettangolo di gioco; 

• deve calciare il pallone, che deve essere fermo, o dal punto in cui ha oltrepassato la linea laterale o dall’esterno del rettangolo di gioco ad una distanza non superiore a cm. 25 da tale punto;

• deve calciare il pallone entro quattro secondi dal momento in cui è possibile farlo 

rimessa dal fondo: il pallone deve essere lanciato con le mani dal portiere della squadra difendente da un punto qualsiasi all’interno dell’area di rigore; 

- il portiere della squadra difendente deve eseguire la rimessa dal fondo entro quattro secondi da quando ha la possibilità di farlo;

- il pallone è in gioco quando è stato lanciato direttamente al di fuori dell’area di rigore dal portiere della squadra difendente

Nel caso di qualsiasi altra infrazione a questa Regola la rimessa dal fondo è ripetuta.

Se l’infrazione è stata commessa dalla squadra che effettua la rimessa dal fondo, il computo dei quattro secondi non viene annullato e riprende dal momento in cui il portiere è pronto a ripeterla

Un calcio d’angolo è un modo di riprendere il gioco. Una rete può essere segnata direttamente su calcio d’angolo, ma soltanto contro la squadra avversaria. 

PROCEDURA: i calciatori della squadra avversaria devono rimanere almeno a 5 m. dal pallone finché esso non è in gioco

 il pallone è in gioco quando viene toccato e si muove;

 Se la posizione di battuta è irregolare, l'angolo dovrà essere ripetuto. 

 

 Se il calcio d’angolo non è eseguito entro 4 secondi, sarà accordata una rimessa dal fondo alla squadra avversaria.