Vittorie larghe per Campetto, Mentepazzi/Fravì e Torre Orsina. Di misura il Sambu

22/09/2022

Quattro gare valevoli per la prima giornata di Champions andate in scena ieri sera. Al CSI Village passano Campetto (7-2 contro Stortenham) e Torre Orsina (4-9 ad HellFish con un super Filippo Carbone autore di ben 7 reti). A Terni Est il Real Mentepazzi Fravì vince e si diverte contro la Pro Diletta (3-8)

Calcio a 7 - Champions Cup - Quattro gare nei nostri campi ieri sera valevoli per la prima giornata della fase a gironi. Al CSI Village per il Girone B il Campetto era chiamato all'immediato riscatto dopo il KO a sorpresa in campionato contro il The-Muru, ed il riscatto è arrivato con un netto 7-2 contro la matricola Stortenham che va in rete con Magelli e Scimmi ma deve subire l'onta dei ragazzi di quartiere trainati da Lorenzo Rossi (tripletta), Michael Maurini (doppietta) e dalle reti di Bassitto e dal rientrante Mori, che dopo quasi un anno di assenza per infortunio, torna e timbra il cartellino.
Nel Girone E il Torre Orsina Conad Arca pur privo di Falsini, scopre i gol e le giocate dell'ex Real Mentepazzi Filippo Carbone. Il giovane giocatore ne fa ben 7 di gol (fin qui "record" stagionale in una singola partita in tutto il Terni League) nel 4-9 finale ad un HellEagles che è costretto a cedere il passo. Di Madami (doppietta) le altre marcature della banda di Mister Mulas che si gode un impatto stagionale mica male dopo il successo in campionato contro Astoria. Le aquile si consolano con la doppietta di Listanti e i gol di Falocco e Manciucca, ma per frenare questo Carbone ci vuole ben altro.
Ci spostiamo a Terni Est dove per il Girone H abbiamo assistito alla sfida più complessa della serata. Il PES United è ancora in fase di rodaggio, ma pur privo di Mingarelli e Conti sfodera una buona prova contro la squadra di Serie A del Sambucetole che tuttavia passa godendo appieno della doppietta del solito Bomber Marco Tiberio Maccaglia e della freschezza atletica di uno dei volti nuovi come Gabriele Proietti: anche lui autore di due gol. Per il PES in luce Ciucci con una bellissima rete nel primo tempo e da sottolineare anche il primo gol nel Calcio a 7 del Presidente Bravini. Ma non basta, finisce 3-4.
L'ultima sfida di serata è anche quella che vi abbiamo raccontato con la nostra videosintesi ed è stata la sfida tra Pro Diletta e Real Mentepazzi Fravì valevole per il Girone D. Primo tempo equilibrato dove gli amerini si fanno preferire nel giro palla ma sono troppo leziosi e sciupano due vantaggi (Egwu prima, Gelso su punizione poi) subendo due reti fotocopia ad opera di Federico Fanti (fischio dal centrocampo, tiro quasi immediato e rete). Nella ripresa però escono fuori - come la scorsa settimana - i limiti della Pro che si "addormenta" per una decina di minuti, utili per gli avversari per dilagare e di fatto chiudere la partita. Salgono in cattedra Crudele e Sciaboletta (doppietta per entrambi e da sottolineare l'esordio di quest'ultimo). In rete anche Gianmarco Pernazza e Gabrielli. 
Cosa ci lascia questa sfida? La Pro Diletta al netto della sconfitta dimostra che se manterrà questa base di giocatori potrà svolgere un campionato assai promettente. C'è da lavorare però su questi blackout: dal 5-1 (in favore) al 5-5 contro il Postaccio nel debutto, ieri i ragazzi in bianco-blu si sono ripetuti passando ben presto dal 2-2 al 2-5 che di fatto ha annullato ogni velleità nella sfida.
Il Real Mentepazzi Fravì è a un bivio: puntare e credere in questo gruppo (ma crederci veramente, e in primis dovranno farlo i giocatori) oppure creare (passatemi il termine) un'accozzaglia di giocatori che porta ogni settimana ad avere un grande punto interrogativo sulla formazione da schierare al campo. Se il Real Mentepazzi continuerà ad essere quello di ieri sera e quindi quello di questo avvio di stagione allora la squadra intriga e potrà dire la sua in Serie B e anche nel Girone di Champions (ma occhio, la strada qui è ancora dura con Astoria e soprattutto Stronconium che potrebbe essere il vero "rivale" per un posto agli ottavi). Ieri gli amerini hanno disputato una gran prova dando anche la sensazione di divertirsi come raramente si è visto fare l'ultimo anno. A buon intenditor...