Archivio news 09/10/2019

Asppico sette bellezze: Cadono gli All Stars

CALCIO A 7 - SERIE A. Nel big match che ha aperto le porte alla quarta giornata del massimo campionato del Calcio a 7, i rosa di Lionetto si regalano una notte magica vincendo per 7-1 contro gli All Stars, alla prima - brusca - fermata. DiPa ne fa tre, Cagnoli maestoso, Fabris e Jans Janse a dare ordine e geometrie: che siano i rosa, la squadra da battere?

Calcio a 7 - Serie A - Una rondine non fa primavera (parlo di All Stars), ma è certo che lo scivolone contro Asppico risuonerà per molto tempo. Già, perchè ci sta la sconfitta in uno scontro al vertice tra le due rose più attrezzate (probabilmente) per vincere il Terni League, ma il 7-1 subito Lunedì sera a Passepartout deve far riflettere, e cercare soprattutto di svuotare gli alibi, qualunqu'essi siano. 
L'Asppico vince nell'anticipo della quarta giornata, dimostrando di essere, almeno oggi, più squadra rispetto ad un gruppo di talenti (come recita il nome altisonante del team stesso) che si sono raggruppati tutt'insieme da poco. Gli All Stars, che fin qui hanno sempre vinto largamente, si scoprono fragili dietro, dove mancano i baluardi di difesa, su tutti Tini Brunozzi (ancora in attesa del suo nuovo debutto). Tanta forza offensiva Lunedì, è stata respinta dal muro attento e sagace dei rosa, che pur privi di Capitan Monticelli, hanno replicato con due che di "campi veri" ne hanno assaporati e neanche poco, come gli ex rosso-verdi Fabrizio Fabris e Jans Janse. E se davanti hai Di Patrizi (3 gol) con Passeri e Bordoni a "ricamare" il tutto, è sempre più facile. Ma oltre ai due citati (autori di un gol per parte), spicca la prova maestosa di Francesco Cagnoli, che ha letteralmente arato la corsia di destra, e siglato un gol (di due) da cineteca dopo una sgaloppata laterale conclusa con un bolide imparabile per Ponteggia. 
All Stars non deve rammaricarsi più di tanto, nel Terni League si sà: conta vincere le Finali, e quindi arrivare a quell'appuntamento. Ma occorre sicuramente registrare qualcosa nelle alchimie di gioco, perchè in una Serie A di così tanta alta qualità e organizzazione, nessuna gara è vinta in partenza.
L'Asppico deve godersi il momento, che vede loro vincenti in Supercoppa e con 4 su 4 successi in Campionato. Ma i rosa lo sanno: partire da fiducia, ma è arrivare "bene" l'obiettivo, e dopo un anno costellato da tanti complimenti sul gioco ma con due Finali perse... beh, non bisogna certo pensare di essere arrivati ora.